❓LO SAPEVI? 👩

Sono ormai diversi anni che ci si interroga sull’opportunità o meno di trattare la zona del sopracciglio.

Abbiamo reperito alcuni studi che riferiscono sporadici problemi in pazienti che si sono sottoposti a questo trattamento. 

Studio n. 1

Una donna bianca di 29 anni si è presentata per un secondo parere per dolore all’occhio sinistro, visione offuscata e fotofobia. Sei settimane prima, aveva ricevuto l’epilazione laser delle sopracciglia con un laser a diodi da 800 nm (LightSheer; Lumenis). Durante la seduta, l’assistente medico ha rimosso la protezione oculare in metallo per una migliore esposizione, subito dopo il paziente ha sviluppato dolore agli occhi e visione offuscata. Inizialmente è stata trattata per l’irite acuta con difluprednato, 4 volte al giorno, per poi ridursi gradualmente a una volta al giorno, con un miglioramento minimo dei sintomi. Il paziente ha riferito una revisione negativa dei sistemi e ha negato viaggi recenti, traumi, uso di antibiotici o gravidanza. 

Il suo esame era degno di nota per l’acuità visiva corretta al meglio di 20/20 UO, pigmento e bagliore della camera anteriore (AC) nell’occhio sinistro e irregolarità dell’iride, tra cui diminuzione della reattività dell’iride, difetti di transilluminazione peripupillare e sinechie posteriori . Presentava una lieve asimmetria della pressione intraoculare (IOP) di 12 mm Hg OD e 17 mm Hg OS.

 

Studio n. 2

Sono riportati casi clinici di tre pazienti con dolore oculare e fotofobia in seguito all’epilazione laser della regione delle sopracciglia. La visita oculistica comprendeva l’acuità visiva, l’esame con lampada a fessura, la tonometria e la fundoscopia. Il periodo di follow-up è stato di 3 mesi.

Ogni paziente presentava iperemia congiuntivale in uno o entrambi gli occhi e nelle cellule pigmentarie della camera anteriore. Un paziente presentava sinechie posteriori, che non rispondevano al trattamento.

Conclusioni: l’epilazione laser delle sopracciglia può causare uveite anteriore e danni irreversibili all’iride.

Studio n. 3

Singolo caso interventistico.

Una donna di 27 anni con una storia di epilazione laser bilaterale delle sopracciglia lamentava pupille ovali, ridotta acuità visiva e fotofobia immediatamente dopo l’epilazione laser di entrambe le regioni della palpebra superiore. Sono stati eseguiti i seguenti esami: acuità visiva, esame con lampada a fessura, riflesso pupillare alla luce, perimetria, tonometria, gonioscopia e fondoscopia con lenti a contatto. Il periodo di follow-up è stato di 9 mesi.

Principali misure di esito:acuità visiva, pressione intraoculare, infiammazione e distorsione pupillare.

Risultati: le sue migliori acuità visive di base erano 20/25 (a destra) e 20/40 (a sinistra). L’esame ha mostrato corectopia bilaterale con atrofia dell’iride superiore, ammasso dello stroma dell’iride sul margine pupillare e residui di pigmento nella camera inferiore. Una cataratta si è sviluppata nelle regioni subcapsulari anteriori delle lenti.

Conclusioni: l’epilazione laser della palpebra può provocare cataratta irreversibile e atrofia dell’iride.

 

Studio n. 4

Due casi di complicanze oculari secondarie all’epilazione delle sopracciglia assistita con laser a diodi. 

Entrambi i pazienti inclusi erano donne sottoposte a procedura di epilazione delle sopracciglia con laser a diodi. Poche ore dopo l’intervento hanno iniziato a lamentare fotofobia e visione offuscata. È stata loro diagnosticata un’uveite acuta anteriore e trattati con steroidi topici e midriatici. Nel corso del follow-up è stata confermata la presenza di postumi derivanti dalla procedura laser (midriasi e corectopia in entrambi i pazienti, cataratta nel secondo). 

Conclusioni: la depilazione laser delle sopracciglia può causare danni irreversibili agli occhi. Sono obbligatorie informazioni complete e affidabili sui potenziali effetti collaterali di questa procedura e sull’uso corretto di dispositivi di sicurezza adeguati. Sottolineiamo l’importanza dei potenziali effetti collaterali oculari associati a questi dispositivi cosmetici.

In conclusione

Come sempre raccomandiamo cautela nell’uso del laser e formazione continua. 

Si tratta di una tecnologia meravigliosa che può dare grandi soddisfazioni se usata correttamente.

Fonti:

JAMA Ophthalmol. 2018;136(12):1408-1409. doi:10.1001/jamaophthalmol.2018.2311

S Shulman 1Io Bichler – PMID: 19218989 – DOI: 10.1038/occhio.2008.436

Tobias M. Herbold 1, Holger Busse , Constantin E Uhlig – PMID: 16139667 DOI: 10.1016/j.ophtha.2005.03.032

A Carrancho Garcia 1, A Garrote Llordén 1, M Cordero Coma  – PMID: 35248400 DOI: 10.1016/j.oftale.2020.09.009 – Copyright © 2020 Sociedad Española de Oftalmología. Pubblicato da Elsevier España, SLU Tutti i diritti riservati.